• English
  • Italiano

“Un Classico” al quale però aggiungiamo qualche  suggerimento particolare sia come mezzo di trasporto che location per il soggiorno. Si parte infatti con le metropoli della Costa Est degli USA:

Boston (con breve parentesi all’ Isola di Martha’ s Vineyard), New York e Washington DC collegate fra loro con i comodissimi treni Amtrak che vi porteranno direttamente nel cuore di ogni città, per concludere il tutto con un soggiorno mare un po’ fuori dalle solite mete caraibiche, ovvero le Isole Vergini Americane, un vero paradiso a poche ore dagli USA.

Periodo suggerito: praticamente tutto l’anno escluso, per sicurezza, il periodo che va da metà agosto ai primi di novembre in quanto culmine della stagione degli uragani nell’ area caraibica

Partenze: individuali , ogni giorno con voli di linea delle maggiori compagnie europee e americane.

 

1° giorno:  ITALIA-BOSTON
Partenza dall’ Italia con volo di linea via hub europeo – Arrivo a BOSTON e possibile suggestivo trasferimento via water taxi in città in alternativa ai consueti collegamenti via terra.

Sistemazione nell’ hotel prescelto (e la città ne offre di ogni categoria, incluso particolarissimi boutique o “historic” hotels) per 3 notti.

 

2°-3° giorno: BOSTON
Giornate a disposizione per la visita di questa splendida città dal fascino molto europeo, patria della cultura e della storia degli Stati Uniti. E’ la più piccola delle metropoli americane (non arriva a mezzo milione di abitanti) quindi molto a misura d’ uomo. Non per niente chiamata la “walking city” d’ America perché le maggiori attrazioni si raggiungono tranquillamente a piedi, magari seguendo il tracciato del “Freedom Trail” , percorso segnato che si estende per quasi 6 km e tocca i 16 siti e monumenti storici più importanti per la storia di Boston.

Da non mancare sicuramente durante il soggiorno in città la visita del Boston Common, il primo parco pubblico americano, la maestosa State House, ultima dimora del patriota Samuel Adams oggi sede del governo cittadino, la storica Faneuil Hall, la cosiddetta Culla della Libertà, utilizzata fin dal 1742 come centro degli scambi commerciali e punto d'incontro per la comunità.

Si potrà passeggiare nel quartiere di Beacon Hill con le sue case vittoriane in mattoni rossi e le piccole strade di ciottoli, il più antico e ricco, tutt’oggi dimora delle famiglie più importanti della città.

La zona di Quincy Market è il paradiso dello shopping assieme a Newbury Street che si trova vicino ai Public Gardens, la strada con i negozi e boutique più eleganti.

Numerosi ed importanti i musei tra cui spiccano sicuramente l’Isabella Stewart Gardner Museum, collezione di 2500 opere di rara bellezza conservata in una casa museo stile rinascimento veneziano, la JFK Library Museum che raccoglie foto, documenti ed oggetti del’ex Presidende USA e il Museum of Fine Arts, con la nuova ala da poco inaugurata, eccellente raccolta di reperti e opere d’arte che vanno da preziose collezioni Egiziane, Maya e Azteche fino alla più audace arte contemporanea.

Ultimo spunto su Boston sicuramente quello di visitare l’Ateneo di Harvad, uno dei più antichi e “leggendari” al mondo e l’istituto M.I.T. vera elite di studenti che vi accedono solo per meriti ed esami, che ha “prodotto”, e continua a farlo, alcune delle più brillanti menti mondiali nelle più disparate discipline scientifiche.

 

4° giorno : BOSTON-MARTHA’ S VINEYARD
Dopo l’ elegante ed affascinante Boston è la volta dell’ altrettanto esclusiva e piena di charme isola di MARTHA’S  VINEYARD, a poche miglia dalla costa del Massachusetts. Vi si arriva direttamente con piccoli aeromobili della Cape Air direttamente dall’aeroporto di Boston con solo 30 minuti di volo.

4°-5°  giorno MARTHA’ S VINEYARD
Quest’ isola è stata da sempre meta vacanziera delle famiglie più in vista ed importanti di Boston (spicca fra tutte la dinastia dei Kennedy). Numerosi presidenti americani l’hanno utilizzata come ritiro estivo, in primis Obama che ha trascorso qui due vacanze estive durante il suo mandato.

L’atmosfera assolutamente rilassata e romantica e gli scenari offerti dall’ isola sono un richiamo che solo andandoci si può comprendere. Ha solo solo sei  piccole comunità disseminate nel suo territorio. Sicuramente da non mancare il villaggio di Vineyard Haven con la sua Main Street costellata di botteghe, Oak Bluff con le sua famose e caratteristiche casette di legno colorate in toni pastello e Edgartown in cui si possono ammirare bellissime dimore risalenti all’ inizio del 19° secolo.

Si soggiorna rigorosamente su Boutique Hotel o Bed & Breakfast per mantenere quell’ assoluto senso di ospiti graditi che si percepisce nel soggiornare sull’Isola.

6° giorno : MARTHA’ S VINEYARD – BOSTON – NEW YORK CITY
Di nuovo un breve volo di mezz’ ora ci riporta su Boston e successivamente con tre ore e poco più di treno Amtrak siamo nel centro di NEW YORK CITY.

6°-10° giorno: NEW YORK    
La  “Grande Mela” non ha bisogno di molte presentazioni. Sicuramente è una città che offre tantissimo, forse anche troppo… Venendo dalla quiete di Martha’s Vineyard può essere un impatto anche violento ma New York è così, la città che non dorme mai e che sa dare emozioni forti. Sistemazione prevista in uno dei nuovi Design Hotel che sono la nuova tendenza nell’alloggio cittadino come lo Standard,  l’Andaz, il Gansevoort, il Bryant Park o il Maritime Hotel, solo per citarne alcuni.

Nei giorni a disposizione, muniti di CITY PASS si andrà alla scoperta delle principali, immancabili attrazioni della città. Si parte dal “polmone verde” della città, il Central Park, da visitare possibilmente di domenica in cui si popola davvero di newyorkesi e non solo di turisti; le due icone “verticali” della città , Empire State Building e Top Of The Rock,  dalle cui terrazze panoramiche si gode una vista incomparabile di Manhattan; i musei come MoMa, Guggenheim e Metropolitan  veri punti di riferimento mondiale per gli amanti dell’ arte ed infine, immancabile, la Statuta della Libertà , emblema di sogni e speranza per tutti gli immigrati che via nave vi sono approdati per decenni da metà ‘800 fino ai primi anni ’60 del secolo scorso in cui l’ aereo ha soppiantato definitivamente la nave come mezzo di trasporto per le lunghe tratte. Altre icone della città che si incontrano anche non volendo sono Times Square, sempre affollatissima anche di notte con le sue gigantesche luci ed insegne al neon, il Brooklyn Bridge che sicuramente vale la pena di essere attraversato a piedi per godere della skyline di Manhattan, i suo Megastore come Macys, Bloomingadale, i più recenti Nike Town e Apple Store e tanti altri che hanno promosso da anni questa città come mecca dello shopping.

 

11° giorno: NEW YORK – WASHINGTON D.C. 
Dalla Penn Station di New York City si arriva in meno di 3 ore nella centralissima Union Station di Washington DC, la capitale degli USA, città monumentale e davvero affascinante che vale assolutamente la visita. Sistemazione in hotel nelle vicinanze dei principali luoghi di interesse della città in modo da poter muoversi tranquillamente a piedi. 

11°-12° giorno: WASHINGTON D.C. 
Innumerevoli i monumenti ed i musei da visitare in città (si pensi che il complesso dello Smithsonian ne vanta ben 19). Immancabile tutta l’area del National Mall in cui spiccano ai due estremi il Lincoln Memorial ed il Campidoglio. La Casa Bianca (al momento visitabile solo al suo interno solo nell’ area del visitor center) è una tappa obbligata come davvero interessante è il cimitero di Arlington al di là del fiume Potomac e la zona storica, nonchè distretto universitario, di Georgetown.
                                                                                                
13° giorno : WASHINGTON DC – ST. THOMAS / ST. JOHN  (Isole Vergini Americane)
Si lascia Washington per St. THOMAS, la principale delle Isole Vergini Americane, arcipelago caraibico situato fra Portorico e Antigua, territorio USA a tutti gli effetti e vero paradiso  con spiagge bellissime e mare cristallino. Arrivati a St. Thomas trasferimento privato al porto della sua capitale, Charlotte Amalie, animato porto crocieristico con l’ inconfondibile architettura coloniale in stile danese che la contraddistingue. Da qui proseguimento con l’ imbarcazione privata del CANEEL BAY dell’ isola di St. John, la più piccola delle tre principali (l’ altra è St. Croix, la più estesa) che ha 2/3 del suo territorio dedicato a Parco Nazionale.

13-18° giorno: ISOLA DI ST.JOHN, CANEEL BAY RESORT
Il Caneel Bay Resort, voluto e costruito da Laurence Rockefeller nella metà degli anni ’50 del secolo scorso, è uno dei resort più suggestivi e di charme al Mondo. All’ interno di una proprietà vastissima ha ben 7 spiagge private, una più bella dell’ altra,  ed è interamente circondato dall’ area del Parco Nazionale delle Isole Vergini Americane. La filosofia dell’ hotel è rimasta quella del suo ideatore, ovvero minimo impatto ambientale possibile e massima “sintonia” tra l’ ospite e la struttura : tutti gli esterni delle camere sono di colore grigio/verde che si integra perfettamente col paesaggio, i materiali usati per gli interni sono per gran parte presenti nel territorio come le pietre a vista utilizzate per i bagni, nessun telefono in camera, niente TV, niente lusso inutile ostentato…

Il vero lusso per chi soggiornerà qui sarà la location, uscire ad esempio dalle camere “ocean front” ed essere su una delle spiagge più belle di tutti i caraibi.  Ci sono 4 ristoranti a disposizione degli ospiti e possibilità di organizzare cene private in spiaggia o nelle rovine suggestive dell’ antica piantagione di canna da zucchero. Nei giorni passati al resort non può mancare un escursione nella vicina baia di TRUNK BAY, altra spiaggia spettacolare con davanti a sé  il panorama dell’ arcipelago delle vicine Isole Vergini Britanniche, zona protetta all’ interno del Parco Nazionale a cui si accede pagando un biglietto al ranger di controllo all’ingresso.

 

18° giorno: ST.THOMAS–MIAMI- ITALIA
Trasferimento dal Caneel Bay in barca a St. Thomas e successivamente all’ aeroporto. Volo per Miami con successiva coincidenza per l’ Italia (volo diretto su Roma/Milano o sulle altre città via hub europeo)

Trattandosi di viaggio costruito su misura con voli di linea giornalieri per ciascuna delle mete indicate, si può prevedere un diverso ordine delle visite, aggiungere o togliere tappe all’ itinerario